Sindaca, gradisce l’Espresso?

Cara sindaca Raggi, più che l’ex Capo di Gabinetto Carla Raineri, fu Walt Disney ad essere involontariamente profetico quando, negli “Aristogatti” fece cantare al micione romantico: “Io so’ Romeo, er mejo der Colosseo”, ma neanche la proverbiale immaginazione del genio d’oltreoceano si era spinta ad ambientare la scena dei due gattoni sui tetti del Campidoglio.

Alla luce degli avvenimenti delle ultime ore e in base alla ricostruzione de L’Espresso, pare che Romeo non abbia mai smesso di cantare…

Dev’essersi anzi spaventato e, forse in preda ad un attacco di vertigini, avrebbe stipulato una polizza vita. Anzi no, più di una.

Accidenti che paura di cadere dal Campidoglio!

Sempre secondo L’Espresso, i beneficiari delle polizze non sarebbero i parenti più stretti come da prassi diffusa e consolidata, ma politici e attivisti del MoVimento, tra cui la Sindaca Raggi, che avrebbe poi ricompensato Romeo con un cospicuo aumento di stipendio.

L’Espresso si chiede come possa una persona non di famiglia benestante e con uno stipendio tutto sommato non altissimo, essersi potuta permettere la stipula di così tante polizze, stipulate peraltro nel 2013, quando puntare su Virginia Raggi era davvero un azzardo e nulla faceva pensare che potesse essere lei la candidata del MoVimento alla poltrona capitale.

Almeno agli occhi di uno scommettitore pulito…

A far calare il buio sui tetti del Campidoglio sono proprio le cronache di queste ultime ore, le storie di dossieRaggi e di polizze e di chiacchiere lontane dalle microspie e di gattoni che continuano a cantare.

E la caduta da quei tetti non è solo fantasia degli oppositori.

Qui l’articolo de L’Espresso “Quella polizza da 30mila euro per Raggi: il regalo del fedelissimo Romeo alla sindaca

(le foto sono prese da qui  e da qui)

Taggato , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.