Cosa c’è dietro al conflitto tra tassisti e Uber?

Scontro-tra-uber-e-i-taxi-RomaQuesta settimana la Capitale sta vivendo giornate caotiche per la massiccia protesta dei tassisti. La vicenda è annosa e va avanti da diversi anni e si acuisce ora che il Governo, accusano gli autisti, sta per varare delle norme verso la deregolamentazione (e quindi a favore di servizi alternativi come Uber, sempre a detta degli autisti).

Il pezzo di Corrado Truffi per iMille.org è del 2014, ma vogliamo riproporlo su Spazio x Roma perchè è ancora molto attuale e tratta in maniera obiettiva i principali nodi ancora irrisolti. Al di là degli schieramenti in campo, occorre approfondire il quadro per poter giungere a un sistema di regole condiviso per governare il fenomeno puntando agli obiettivi di miglioramento della qualità dell’offerta e del servizio.

Il conflitto fra UberPop e i tassisti milanesi [e oggi di tutta Italia] ha molto a che fare con l’idea di beni comuni. E mette in evidenza gli strani paradossi che le potenzialità delle nuove tecnologie abilitanti creano fra stato, mercato, tassazione, regolazione, volontariato, socialità e terzo settore. Forse ci stiamo avviando verso un modello di economia diversa senza accorgercene. C’è materia per economisti e studiosi di scienza delle finanze, in questa storia.

Qui per leggere l’intero pezzo “La vicenda Uber, tra business, solidarietà e condivisione”.

L’immagine in evidenza è presa da qui
Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi